Home › Consigli NorautoMeccanica & ManutenzioneRiparazione carrozzeriaCome riparare la propria carrozzeria: grossi impatti, buchi…

Come riparare la propria carrozzeria: grossi impatti, buchi…

vernice

Quando la tua carrozzeria presenta un buco da riempire, è segno di grandi lavori di ristrutturazione. Bisogna ricostruire la carrozzeria e dipingerla. Norauto desidera guidarti attraverso diversi passi in modo che la tua carrozzeria possa essere riparata facilmente da te.

 

Avrai bisogno di:

vernice 1

  • Carta vetrata asciutta sul mastice e carta vetrata bagnata sulla vernice
  • Sgrassante
  • Nastro adesivo
  • Panno in fibra di vetro
  • Mastice a base di poliestere
  • Mastice di rifinitura
  • Primer
  • Vernice
  • Vernice incolore (imperativa sulle vernici metallizzate)
  • Lucido

 

Modo di utilizzo:

Step 1 – Pulire la zona da trattare con uno sgrassante. Questo step è fondamentale perché garantisce la qualità del tuo lavoro. Devi realizzare tutti gli step!

 

Step 2 – Levigare la zona del bordo verso il centro per eliminare tutti i vecchi strati di vernice e tutte le eventuali tracce di ruggine, tracce di vernice e di primer. (se necessario effettua un trattamento anti-ruggine). In seguito, pulire la zona da trattare con uno sgrassante.

 

Step 3 (solo per le zone in plastica) – Proteggi le superfici circostanti con l’aiuto di un nastro adesivo. Per permettere un’aderenza ottimale bisogna fare un trattamento con l’aiuto di un primer. Applicare uno strato sottile, la prima far aggrappare, la seconda orizzontalmente e la terza verticalmente. Lasciare in posa 5 minuti tra le applicazioni. Dopo circa 10 minuti di asciugatura, levigare usando la carta vetrata.

 

Step 4 – Questo step consiste nel riempire il buco. A tal fine utilizzare la stoffa non tessuta in fibra di vetro e tagliarla alla dimensione desiderata prevedendo un leggero traboccamento (3-4 cm). Il foglio deve essere imbevuto. Prima di mettere il tessuto non tessuto, è necessario applicare la resina sui bordi dell’impatto da riempire.

Poi posa il sigillante in fibra di vetro, con un induritore. Prendi la quantità di mastice necessaria e mescola energicamente con (3% di indurente). Il coperchio dello stucco ha 2 bolle dosatrici per ottenere un dosaggio perfetto.

Mettilo a 3 strati. carteggia sempre tra le 2 applicazioni. Lasciare in posa 5 minuti dopo ogni strato. Dopo l’applicazione dei 3 strati, carteggia a mano con carta vetrata con un grano di 600. Quindi pulire la zona da trattare con un sgrassante.

 

Step 5 – Metti lo stucco di poliestere. Permette di riempire le leggere immersioni e ridare la forma iniziale alla lamiera. Questo primo strato non avrà un finale ottimale, ma non è il suo ruolo. Prendi la quantità di stucco necessaria e mescola energicamente con 3% di induritore. Il coperchio stucco ha bolle dosatori per ottenere un dosaggio perfetto.

Scegliere il colore corretto mastice:

  • Grigio e marrone: Sono neutri e potrai utilizzare qualsiasi colore dopo.
  • Bianco e chiaro: Daranno una tonalità più luminosa alla vernice che applicherai in seguito, soprattutto per i colori vivaci come il rosso.
  • Nero e brillanti: Sono ideali per le vernici metalliche e cromato.

Dopo aver applicato il mastice e una volta asciugato, circa 5 minuti, leviga con una carta abrasiva poi pulisci la zona trattata con uno sgrassante.

 

Step 6 – Posa il mastice di rifinitura. Si passa in un solo verso e una volta sola. Serve per rendere perfetta la rifinitura. Questo mastice esiste anche in bomboletta, quindi l’applicazione è più facile. Poi, leviga la zona con la carta abrasiva. Infine, pulisci la zona trattata con uno sgrassante.

 

Step 7 – Proteggi le superfici circostanti con l’aiuto di un nastro adesivo, poi applica il primer. L’applicazione va fatta in 3 versi. Lascia in posa 5 minuti tra una applicazione e l’altra. Dopo circa 10 minuti di asciugatura, levigare usando la carta vetrata, poi pulisci la superficie con l’aiuto di uno sgrassante.

 

Per le superfici in plastica, utilizzare un primer trasparente.

  • Per una vernice bianca, usa un primer bianco.
  • Per una vernice nera, usa un primer nero.
  • Per una vernice gialla, usa un primer giallo.
  • Per una vernice rossa, usa un primer rosso.
  • Per una vernice grigia chiara, usa un primer grigio, per un grigio antracite usa un primer nero.
  • Non esiste un primer né blu, né verde. Devi scegliere in funzione dell’intensità del colore. Si prende un primer bianco per l’azzurro, grigio per il blu medio e nero per blu marino. È la stessa cosa per il verde.

 

Step 8 – Applicare la vernice in bomboletta. L’applicazione si fa in 3 versi. Per evitare delle strisce poco estetiche con la vernice originaria, spruzzare la vernice partendo dalla zona da ritoccare fino alla zona mascherata. Il tempo di asciugatura è di minimo 30 minuti.

vernice 2

Nota bene: 

  • La temperatura di applicazione ideale è tra 15 e 25 gradi.
  • Fai un test su della carta di giornale, la distanza di vaporazione è tra 25 e 30 cm.
  • Prima di ogni applicazione, agita bene il prodotto per 2 minuti obbligatoriamente.
  • Dopo l’uso, svuotare la valvola.
  • Tieni sempre l’aerosol dritto.

È importante tenere in conto il codice colore del tuo veicolo. In effetti, ogni costruttore possiede i propri colori di vernice e ogni tinta è referenziata seguendo un codice colore che è diverso a seconda della tua auto e della marca del veicolo. Se lo desideri, esistono da Norauto delle vernici universali.

 

Step 9 – Le vernici con effetto metallico devono obbligatoriamente essere protette con una vernice incolore dopo un’asciugatura di minimo 30 minuti. Questo step è necessario per evitare che le particelle di alluminio della vernice metallica non sia intaccata da influenza ambientali o metereologiche. L’applicazione della vernice si fa in 3 versi. Togli il nastro adesivo dopo l’asciugatura di almeno 2 ore della vernice.

 

Step 10 – Dopo 24h, applica un polish con un panno morbido e asciutto. Non usare il polish sulla plastica. Infine, lucida. Il lucido protegge e dona l’effetto brillante originale.